Viperina delle spiagge

Echium sabulicola

Eliotropio europeo

Heliotropium europaeum

Pianta vellutato-tomentosa (!). Fusti eretti o prostrato-ascendenti, ramoso-corimbosi. Foglie ellittiche a ellittico-lanceolate (1-2 X 2-3 cm) con picciuoli di 1-1.5 cm. Cime scorpioidi lungamente peduncolate, lineari (2-4 cm), dense; fiori inodori; calice con denti larghi 0.4-0.8 mm; corolla bianca (2-)2.5-3(-4.2) mm; frutto glabro o pubescente, zigrinato, 2 mm.

  • Sinonimi accettati: Heliotropium dolosum De Not.
  • Fioritura: VI-XI
  • Sistema Raunkiær: Terofite (T) - Scapose (T scap)
  • Formula fiorale: K (5), [C (5), A 5], G (2)

Viperina piantaginea

Echium plantagineum

Pianta con peli molli su tutti gli organi. Fusti eretti, con peli brevi e setole molli appressate. Foglie basali lanceolate 2-4 X 8-14 cm, picciolate; foglie cauline oblanceolato-lineari, sessili. Inflorescenza generalmente con rami nutanti; calice 8-10 mm alla fior., fino a 15 mm alla fruttificazione; corolla purpurea, largamente imbutiforme; filamenti più o meno sparsamente pelosi; mericarpi a contorno triangolare, di un grigio-bruno chiaro, tubercolati.

Erba perla rupestre

Moltkia suffruticosa

Fusto legnoso contorto diviso in numerosi rami fioriferi nutanti o ascendenti, indivisi fino all'inflor.; peli eretto-appressati di 0.6-1 mm Foglie lineari lunghe 3-6 cm, le inferiori larghe meno di 1 mm, le superiori 1.7-2.5 mm; lamina verde-scura di sopra, chiara di sotto. Cime dense con foglie bratteali; calice con denti lineari (1 X 4-5 mm), saldati fra loro solo alla base; corolla violetto-cerulea con tubo di 10 mm e lobi di 3 mm; stilo sporgente di 3-4 mm; mericarpi ovoidi, ricurvi (3 mm).EndementePrealpi Ven. sul M. Grappa e Vicentino e Alpi Apuane: R.Moltke J. G. (f 1818), fondatore del Museo di Storia Naturale a Kopenhagen.

Viperina costiera

Echium arenarium

Fusti generalmente parecchi, ascendenti, poco ramificati, con setole più o meno appressate e sotto queste peli sottili. Foglie basali e cauline inferiori peduncolate, lineari-spatolate 0.5-1 X 3-6 cm Calice alla fior. 5-7 mm, alla fruttificazione solo poco più lungo: corolla 6-10 mm, blu scura, omogeneamente pelosa; mericarpi più o meno triangolari 2 X 2.5 mm, grigio-bruni, rugosi alla superficie.

Nontiscordardimè a fiori piccoli

Myosotis stricta

Simile a Sp. Myosotis speluncicola, ma più robusta; asse dell'inflorescenza con peli patenti, eretto-patenti ed appressati; fiori ravvicinati; calice non caduco, con peli diritti e peli uncinati; nucule senza piega longitudinale.

Nontiscordardimè delle paludi

Myosotis scorpioides

Pianta annerente alla disseccazione. Rizoma strisciante stolonifero; fusti ascendenti a eretti, un po' carnosi, glabri o in alto con peli patenti. Fg. oblanceolato-lineari (1-1.5 X 5-8 cm), acute, glabrescenti o con peli appressati rivolti verso l'apice (raramente le inferiori con peli riflessi). Inflor. breve e densa, con asse a peli appressati; peduncoli alla frutt. 6-10 mm; calice 2.5-4 mm, frutt. fino a 6 mm, diviso su ⅖; corolla blu-violetta, rosea al centro, con lembo piano diametro 8 mm; nucule 1.2 X 1.8 mm, orlate in alto. Europ. W-Asiat. Pad. dal Friuli al Piemente: C; indicato anche per la Penisola e Sard., ma area da precisare.Per questa e le specie vicine cfr. Schuster R., Feddes Rep. 74: 39-98 (1967).

Borragine comune

Borago officinalis

Erba annua assai ispida per peli diseguali, a fusti eretti, carnosi, 20-40 cm, ramosi. Foglie basali in rosetta, ovali, ottuse, ristrette alla base in un picciolo più breve della lamina, crenato-dentate al margine; le cauline progressivamente ridotte, lanceolate, alterne, con picciolo ridotto o quasi nullo, decorrenti sul fusto con due ali. Fiori in brevi racemi terminali o ascellaridelle foglie superiori. Pedicelli lunghi quanto o più delle foglie, dapprima eretti più rivolti al basso. Calice ispido, rossiccio, diviso fin quasi alla base in 5 denti lineari-lanceolati, patenti a stella. Corolla rotata, con tubo brevissimo biancastro, divisa in 5 lobi azzurri ovali. Fauce con 5 squame ovali-ottuse, smarginate all'apice, cerulee. Filamenti slargati alla base e antere sagittate, mucronate.

Viperina azzurra

Echium vulgare

Fusto eretto, più o meno ramoso, portante getti laterali ascendenti e con peli di due tipi: peli brevi densi e setole allungate, patenti, inserite su un tubercolo spesso rosso-bluastro alla base. Foglie basali in rosetta, appressate al suolo, oblanceolate a lineari-spatolate (1-1.5 X 6-10 cm), per lo più con setole tubercolate dirette verso l'apice e con brevi peli molli. Inflorescenza spiciforme o poco ramosa; calice con lacinie di 4-9 mm, alla fruttificazione generalmente molto allungate; corolla 10-17(20) mm generalmente assai zigomorfa; stami inseriti nel tubo corollino a varie altezze; filamenti glabri; mericarpi 2-3.5 mm, con sculture delicate.